I derivati crittografici si sgretolano a causa di un mercato stagnante

Il mercato della crittovaluta si è mosso lateralmente come un granchio. A causa della bassa volatilità del mercato, i trader hanno tenuto con l’aspettativa di un’impennata dei prezzi, ma questo ha portato solo ad un aumento del consolidamento.

Il principale bitcoin crittografico è rimasto sotto i $9.3k per qualche tempo, e a causa di una forte correlazione con i principali asset, gli altcoin hanno subito un movimento limitato. Questa è stata una tendenza osservata a giugno, che ha portato il volume totale spot a scendere del 49,3% a 642,6 miliardi di dollari.

Questa stagnazione dei volumi spot

Questa stagnazione dei volumi spot si è riversata sul mercato dei derivati in quanto il volume è sceso del 35,7% in giugno a 393 miliardi di dollari. Questo è stato il volume mensile più basso del 2020.

Nonostante il calo, la quota di mercato dei derivati è aumentata e ha rappresentato il 37% del mercato a giugno, contro il 32% di maggio. Mentre il movimento sordo del mercato spot si è diffuso sul mercato cripto, le piattaforme di derivati hanno registrato un volume di scambi in calo.

BitMEX, che era la piattaforma di derivati di spicco per Bitcoin, ha visto il volume diminuire il più proporzionalmente del 50,3% a 51,6 miliardi di dollari. Mentre l’interesse istituzionale non è stato colpito così male.

Secondo i dati forniti dalla ricerca BitMEX, il volume di trading di CME è sceso solo del 16,6% per un totale di 6,65 miliardi di dollari a giugno. I volumi dei futures CME sono diminuiti del 23% fino a raggiungere 128.258 a giugno, mentre le opzioni CME hanno registrato un picco di 8.444 contratti scambiati. Si è trattato di un aumento del 41% da maggio, ma non si è trattato di un picco assoluto.

Per contro, altre piattaforme di derivati

Per contro, altre piattaforme di derivati come Huobi, OKEx e Binance hanno registrato un volume di scambi in calo rispettivamente del 38,3%, 30,4% e 34,2%.

Anche se il mercato spot non è stato insanguinato dall’attacco dell’orso, la stagnazione ha causato tanto perdite per i volumi di livello superiore e per quelli di livello inferiore quanto la mancanza di fiducia degli utenti. Secondo Alternative.me, anche l’attuale clima di fiducia del mercato è preoccupante, a indicare la prudenza praticata nel mercato a pronti, che potrebbe avere un impatto anche sul mercato dei derivati nel mese di luglio, come è avvenuto nel mese precedente.